La fattoria didattica dell’agriturismo Carpe Diem è visitata ogni anno da scolaresche provenienti dalla Basilicata e dalle regioni limitrofe. Fa parte dell’associazione fattorie didattiche della Lucania ed é iscritta all’albo ufficiale delle fattorie didattiche riconosciute della regione Basilicata.

Che cos’é una fattoria didattica?

La fattoria didattica nasce da un progetto educativo dell’azienda, che apre le sue porte alle scuole, famiglie e a gruppi organizzati in un ottica di multifunzionalità. Rappresenta un momento di contatto tra la città e la campagna, per far conoscere la vita degli animali, l’origine dei prodotti che consumiamo, e la loro storia.

In un’epoca contraddistinta dalla globalizzazione, le trasformazioni tecnologiche sociali e culturali hanno modificato profondamente il rapporto con il cibo e di conseguenza con il mondo della produzione primaria. È sempre più difficile, conoscere o riconoscere ciò che sta intorno a noi, che cosa si coltiva nelle nostre campagne, il percorso che fa il cibo per arrivare sulla nostra tavola, chi lo produce, e come lo produce.

Visitare la fattoria

Il mondo rurale: passato, presente e futuro

In un epoca contraddistinta dalla globalizzazione, le trasformazioni tecnologiche sociali e culturali hanno modificato profondamente
il rapporto con il cibo
e di conseguenza con il mondo
della produzione primaria.

 

È sempre più difficile, conoscere o riconoscere ciò che sta intorno a noi, che cosa si coltiva nelle nostre campagne, il percorso che fa il cibo per arrivare sulla nostra tavola, chi lo produce, e come lo produce.

- See more at: http://www.agriturismocarpediem.com/attivita/fattoria-didattica/#sthash.mQCW2MjU.dpuf

Visitare la fattoria didattica è un’occasione sia di apprendimento per le nuove generazioni, sia un proficuo scambio culturale fra i visitatori e noi dell’agriturismo. Abbiamo la possibilità di far conoscere meglio la cultura agricola del territorio, spiegarne l’evoluzione e anche le caratteristiche che col tempo vanno via via perdendosi col prevalere della coltivazione meccanizzata e l’allevamento intensivo, che oltre ad aver modificato il territorio ha anche mutato in parte lo stile di vita e l’approccio alla terra da parte degli agricoltori stessi. Noi cerchiamo di trasmettere e spiegare questo mutamento, mettendone in risalto le differenze e le conseguenze di tali attività sul territorio e la salute delle persone, nel tentativo d’inculcare nei giovani visitatori il rispetto per la natura e la cultura del cibo genuino, cercando di stimolare buone prassi alimentari, stili di vita salubri e privilegiare i prodotti del proprio territorio provenienti da piccoli agricoltori. Con la speranza di farci portatori di un tipo di agricoltura e allevamento ecosostenibile.

Gli animali della fattoria

animali di bassa corte e grandi animali

La nostra è una fattoria tradizionale, alleviamo per l’autoconsumo animali di bassa corte (galline, conigli, anatre, tacchini ecc), tutti liberi di scorazzare per l’aia. Selezionamo razze tipiche di galline della Lucania, nonchè vari tipi di piccioni. Nella fattoria sono presenti oltre ai cavalli, anche mucche, capre e pecore, nonchè maiali.

Diamo così la possibilità ai visitatori piccoli e grandi di interagire con questi animali e soddisfare la loro curiosità. Non neghiamo che per noi ogni volta è una gioia vedere negli occhi dei bambini l’interesse per gli animali, vedere come, dapprima timorosi e poi sempre più sicuri, si avvicinano a questo mondo fatto di “strani odori” e “versi”.