Manifesto di Lavello

Il Manifesto fatto affiggere dal Sindaco di Lavello

Il Manifesto delle controversie

“Lavello è casa tua: combattere questo diffuso degrado è un problema che dobbiamo porci. Ti chiediamo di vigilare e di denunciare alle autorità competenti, tutti quegli atti di inciviltà e di vandalismo contro il patrimonio pubblico”.

Questo è quanto è scritto sul manifesto comparso qualche giorno fa all’ingresso della città di Lavello. Fino a qua niente di male, tutto condivisibile, ciò che ha scatenato qualche polemica è il “PORCI” evidenziato in rosso a lettere cubitali,  doppio senso che fa chiaramente riferimento ai “Porci a due zampe”. Sulla Gazzetta del Mezzoggiorno, l’articolo pubblicato a tal proposito, ha generato una lunga sequela di commenti provenienti da tutte le parti d’Italia. Leggendo i commenti sembra che prevalgano quelli di appoggio all’iniziativa del sindaco, anche senon mancano alcune critiche riguardo al fatto che non bastino le parole per risolvere certi tipi di problemi, ma servono anche politiche che incentivino la raccolta differenziata. Certamente alcune persone, indipendentemente dalla raccolta differenziata, ancora non hanno sviluppato un elevato senso civico ed effettivamente non ci si può esimere dal chiamarli in modo differente.

Suino

Porco